mario1

Aspettando “La Toscana in Bocca”: la pasta con la Genovese di tacchino, o di maiale.

Print Friendly

Pistoia, 21 novembre 2014

La Toscana in Bocca, dal 30 aprile  al 3 maggio 2015   si svolgerà a Pistoia la seconda edizione della kermesse enogastronomica che na richiamato, nella prima edizione, oltre 25.000 persone . I visitatori avranno modo di degustare i piatti di 40 ristoratori e aziende del settore e i prodotti  delle aziende del territorio. In attesa dell’evento, niente di meglio di parlare di ricette.

Oggi la ricetta che ci inventiamo, #cucinoamodo mio è

la Genovese con  i paccheri, le mezze maniche o gli ziti. #oggicucinoamodomio

Già, ma intanto cosa è la Genovese? Leviamo subito i dubbi: è un piatto che poco o nulla ha a che fare con la Liguria e con il pesto alla genovese.

La salsa o il sugo alla Genovese è un piatto della tradizione di Napoli. Ed infatti a Napoli, quando si dice Genovese, si intende il piatto di pasta con questo condimento.

Nel dettaglio  è una salsa ottenuta dalla cottura lentissima di cipolle e carne, che termina solo quando la cottura prolungata  determina un condimento  denso e sostanzialmente compatto.

Come tutti i piatti della tradizione viene spesso interpretato con alcune varianti. Ad esempio alcuni usano sfumare con il vino, o aggiungono un poco di pomodoro. In alternativa all’olio si può usare la sugna o lo strutto, inserire nel soffritto la pancetta.

Quello che non cambiano sono i tempi di cottura e gli ingredienti principali: cipolle bianche e la carne. Cipolle bianche o di tropea? Maiale, vitello o manzo?

Io personalmente preferisco, per questa ricetta, le cipolle bianche. E il maiale, utilizzando come taglio  l’arista disossata. Ma anche il tacchino, come vedremo.

Intanto parliamo di carne e cottura, con il nostro esperto,   Romolo Mattei, norcino della Storica Norcineria da Romolo 

“Parliamo di una ricetta saporita, che richiede una cottura lunga e a fiamma bassa. Potrete utilizzare l’arista del maiale, volendo anche non disossata. Ugualmente potrete utilizzare il sovracoscio del tacchino. Praticando eventualmente, nel senso delle fibre, delle incisioni per agevolare la cottura. Il piatto verrà sicuramente più saporito e potrete effettuare la spolpatura a cottura quasi ultimata. Altrimenti posso consigliare, per questo piatto, il girello di vitello”.

Con questi suggerimento del nostro esperto Romolo è difficile sbagliare e allora via, iniziamo a cucinare.

La  ricetta  di oggi è con il sovracoscio di tacchino, utilizzando, per insaporirla useremo degli  degli affettati, meglio se gli avanzi, i “fondi” che magari abbiamo in frigorifero.. #oggicucinoamodomio

Ziti con la Genovese di tacchino

Ingredienti – per 8 persone:

– 1,5 Kg di sovraccoscio di tacchino
– 1 dl di olio
– 100 g di lardo, salame, finocchiona, e prosciutto crudo(il fondo, la parte finale). Quello che trovate in frigo.
– 2 carote
– 3  etti di sedano
– 1,5 Kg di cipolle bianche o dorate (io in questa ricetta preferisco le dorate)
– 3- 4 pomodorini
– 1,5 lt di brodo vegetale
– un bicchiere di vino bianco secco
– sale e pepe, prezzemolo q.b.

La preparazione

Preparate il brodo vegetale: acqua, carota, cipolla, sedano, un pomodoro. Poco sale, un paio di chiodi di garofano, due o tre chicchi di pepe.

Tritare finemente il lardo, le cipolle, il sedano, le carote ed il prezzemolo. Tagliare a dadini il salame ed il prosciutto.
Fate qualche incisione nella carne, per favorirne la cottura. Fatela soffriggere con l’olio, in una casseruola, meglio se di coccio. Aggiungete le verdure e i salumi tritati. Sfumate con il vino bianco , unite i pomodorini, i sale e il pepe, senza eccedere. Regolerete a fine cottura.
Coprire e fate cuocere a fuoco molto lento, rimestando di tanto in tanto, allungando con il brodo vegetale bollente.
Dopo circa 90 minuti le verdure saranno cotte, quindi alzare la fiamma per far rosolare la carne e le verdure. Quando saranno rosolate, aggiungere il vino a più riprese e far sfumare. Il tutto deve cuocere almeno due ore (se si usa il maiale la cottura deve essere di almeno 3 ore) e bisogna controllare di tanto in tanto che carne e cipolle non si attacchino al fondo.

Sfilacciate la carne, con una forchetta, levate le ossa via via che la carne si stacca, fate restringere e regolate di sale e pepe.

Condite la pasta, ma se volete potete servirlo come secondo, ad esempio con un purè di patate.

Il tipo di pasta dipende dal gusto personale: maccheroni, mezze maniche o ziti quelle che consiglio.

Buon appetito, Armando

_________________

Web 2.0 e Cucina 2.0, le rubriche delle interviste e delle news di Armando Alibrandi,  curioso del web, dei social media e della cucina.

Armando, possiamo definirti un food blogger o un travel blogger? ” Bella domanda, cercherò di spiegarti durante la cena. In ogni caso un rinomato chef, a livello familiare.”

Pistoia Toscana Capitale italiana della Cultura 2017

Pistoia Toscana Capitale italiana della Cultura 2017

Pistoia Toscana Capitale italiana della Cultura 2017 - Il blog che racconta la Città tramite i blogger (sono molti e anche internazionali) che l'hanno visitata. Le informazioni turistiche, culturali e enogastronomiche per vivere al meglio la visita o un soggiorno a Pistoia

RSS Pistoia Capitale italiana della Cultura 2017

  • Dialoghi sull’uomo, torna il ciclo di incontri per le scuole aspettando #Pistoia2017
    In vista dell’ottava edizione di Pistoia – Dialoghi sull’uomo (dal 26 al 28 maggio 2017) riprende il percorso di approfondimento, ideato otto anni fa dalla direttrice della manifestazione Giulia Cogoli e promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, per preparare i ragazzi delle scuole di Pistoia e provincia al tema annuale del […]
  • #Pistoia2017: nel fine settimana torna il mercato antiquario
    Sabato 12 e domenica 13 la fiera antiquaria nella “Cattedrale” di via Pertini sarà arricchita da una mostra fotografica di Fabrizio Zollo Pistoia, 10 novembre 2016 – Sabato 12 e domenica 13 novembre, dalle 9 alle 19, torna il mercato antiquario nello spazio “Cattedrale” di via Pertini. In concomitanza con il mercato, avrà luogo il […]
  • ‘900 in via Roma e dintorni: giovedì 22 settembre torna il mercatino
    Giovedì 10 Novembre torna il mercatino “‘900 in Via Roma e dintorni” organizzato e promosso dal CAT – Confcommercio Consorzio Ambulanti della Toscana con il contributo della Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia. La manifestazione si svolgerà in Via Roma e nelle vie adiacenti, dalle ore 8:00 alle ore 20:00 e vedrà la […]
  • #Pistoia2017 Da martedì 15 tornano le visite guidate “i tesori della Cattedrale”
    Martedì  15, 22 e 29  novembre alle ore 21,00 tornano le visite serali nella cattedrale di S. Zeno, organizzate dal  Centro Guide Turismo Pistoia in collaborazione col Capitolo della Cattedrale.  Si tratta della replica del ciclo di visite guidate  “I Tesori della Cattedrale” tenutosi  tra settembre 2015 e maggio 2016, che tanto successo ha riscosso  […]
  • Teatro Manzoni: LE BACCANTI Dionysus il Dio nato due volte
    In esclusiva per la Toscana il Teatro Manzoni di Pistoia ospita dall’11 al 13 novembre (feriali ore 21, festivo ore 16) uno fra gli spettacoli più attesi, Le baccanti. Dionysus il Dio nato due volte di Euripide nell’allestimento de La Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello / Tieffe Teatro Milano/Teatro di Stato di Constanta (Romania), per […]
  • “Occhio al tuo stile di vita” – campagna di sensibilizzazione contro il diabete
    Dal 12 al 26 novembre sono in programma controlli gratuiti della glicemia e della pressione arteriosa, incontri nelle scuole e l’istituzione di punti informativi allo scopo di sensibilizzare la cittadinanza In occasione della Giornata mondiale del diabete, che ricorre ogni anno il 14 novembre, il Comune di Pistoia in collaborazione con la Società della salute Pistoiese, […]
  • Pistoia è la mia casa: venerdì ultimo appuntamento del ciclo sulla famiglia Puccini
    L’11 novembre  visita alla quadreria della collezione Puccini al Museo Civico Venerdì 11 novembre è in programma un appuntamento di Pistoia è la mia casa, una serie di incontri per avvicinare gli abitanti a conoscere le bellezze del patrimonio culturale cittadino in vista di Pistoia capitale italiana della cultura 2017. Venerdì 11 novembre alle 15 […]
  • I lembi dei ricordi. Ri(n)tracciare il paesaggio di Goffredo Parise
    “I lembi dei ricordi. Ri(n)tracciare il paesaggio di Goffredo Parise” (Antiga edizioni, 2016, euro 32,00). È il libro che sarà presentato sabato 12 novembre alle 17.00 alla libreria Lo Spazio di via dell’ospizio. A parlarne saranno Paolo De Simonis (Società italiana per la museografia e i beni demoetnoantropologici) e Costanza Lanzara (Università di Firenze). Introdurrà Claudio Rosati. L’Associazione Amici Casa di Zella, che […]
  • “Pistoia all’avanguardia del romanzo moderno?”
    Martedì 8 novembre alle 16 in sala Gatteschi, per il ciclo La Forteguerriana racconta Pistoia. Esperti & junior, Maria Valbonesi parlerà di “Pistoia all’avanguardia del romanzo moderno?”. A seguire visita guidata ad un’esposizione di edizioni cinque-seicentesche dell’opera di Evangelista Marcellino in Sala Gatteschi. La domanda del titolo è giustificata dal fatto che, mentre si è […]
  • Blogger e blog tour: la narrazione 2.0 di Pistoia.
    Travel blogger e promozione del territorio: le opportunità dei blog tour. Pistoia, 16 settembre 2016 – In questo blog parleremo, e spesso, di travel e food  blogger e della promozione turistica di Pistoia tramite anche i blog tour. Dietro ognuno di questi  bt  un soggetto organizzatore. Nella nostra Città si sono svolti, nella quasi totalità, grazie […]
Posted by on 21 novembre 2014. Filed under #cucino a modo mio,ricette e cucina. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login